Vittorio Sgarbi parla dopo il malore: “Ero vicino alla morte”

Solo tanta paura e un pizzico di fortuna per Vittorio Sgarbi che ha avuto un malore in auto nella notte tra il 16 e il 17 dicembre 2016. Era in viaggio da Brescia a Roma quando ha sentito una fitta al cuore. Ha aspettato molto prima di allarmare il suo autista ma poi, quando si è reso conto che qualcosa non andava, ha deciso di uscire al casello di Modena e correre verso il Policlino della città emiliana per un ricovero d’urgenza. A raccontare la cronaca di quelle ore terribili è proprio Sgarbi che dall’ospedale ha rilasciato un messaggio su Facebook: cosa è successo prima del malore di Sgarbi?

Vittorio Sgarbi parla dopo il malore: "Ero vicino alla morte"

Sgarbi è stato colpito da un’ischemia cardiaca ed è stato subito operato nel pronto soccorso modenese. Attualmente è ancora ricoverato in terapia intensiva ma ha voluto avvisare e tranquillizzare tutti i suoi sostenitori e amici che stava bene. Aveva postato prima un messaggio molto chiaro e ironico in cui ha detto: “Capre sono ancora qui. Non è da me andarmene all’altro mondo al casello autostradale di Modena Sud”. Ma poche ore dopo ha pubblicato un video in cui è apparso a letto ma già in grande forma.

Vittorio Sgarbi, dall’ospedale di Modena, ha parlato di quelle terribili ore e ha sottolineato più volte un concetto molto forte: “Ero vicino alla morte!”. I medici gli hanno detto che se fosse arrivato trenta minuti dopo in ospedale forse non ce l’avrebbero fatta a salvargli la vita. In una dichiarazione a cuore aperto ha fatto capire che sentiva che la vita gli stava sfuggendo di mano e che, a differenza di un incidente stradale in cui tutto è immediato, il suo malore gli ha dato il tempo per riflettere e rendersi conto di cosa stesse succedendo.

Il video ha raggiunto quasi 2 milioni di visualizzazioni, a dimostrazione che Sgarbi, nonostante il suo caratteraccio, è molto amato dagli italiani.

Dall’ospedale di Modena

Posted by Vittorio Sgarbi on Giovedì 17 dicembre 2015