11.4 C
Napoli
martedì, Novembre 30, 2021

Festival di Sanremo 2012: scontro tra Enzo Iacchetti e Gianmarco Mazzi

Le storie pi lette

Nuove polemiche e scontri infiammano il Festival di Sanremo 2012. I protagonisti sono Enzo Iacchetti e Gianmarco Mazzi che si stanno scontrando a causa di alcune accuse che Iacchetti ha lanciato nel corso dell’Arena di Raiuno. Enzo Iacchetti ha detto che il Festival di Sanremo “è proprietà delle major: se controllate i cantanti, vedete se ce n’è uno di una casa discografica che non sia una major”.

“Il problema lo conoscete tutti – ha continuato Iacchetti – Non si prendono in giro i giovani in questa maniera. Non si devono prendere in giro 1600 ragazzi sul web che hanno speso i soldi per il video, per la canzone, poi arrivano primi e vengono scelti quelli che vogliono loro”. Non sono le prime polemiche che Iacchetti rivolge contro le scelte operate da chi organizza il Festival e in particolare contro le scelte dei cantanti e dei brani che partecipano alla kermesse.

Iacchetti ritiene che il meccanismo di selezione degli artisti è controllato dalle major, che hanno un grande potere anche in radio. “Ho un’etichetta discografica indipendente che naturalmente non ha mai avuto un favore e che non ha mai chiesto favori”, dichiara Enzino che ha spiegato di voler difendere i giovani “perché sono una categoria di ragazzi che spendono soldi in continuazione e che abboccano agli ami di tutti coloro che poi fanno quello che vogliono”.

Gianmarco Mazzi, il direttore artistico del Festival di Sanremo, ha risposto così alle accuse di Enzo Iacchetti: “Lui (riferendosi a Iacchetti) ha un po’ il dente avvelenato perchè l’anno scorso suo figlio si presentò alla parte di concorso che fa il Comune di Sanremo e arrivò tra gli ultimi, tra gli otto finalisti, ma poi noi non lo scegliemmo perchè non lo ritenemmo all’altezza della manifestazione…”. “Degli otto artisti che sono quest’anno presenti a Sanremo – continua Mazzi – due escono dal concorso di Sanremo e sei invece dal concorso fatto da noi con Facebook. Noi abbiamo scelto il primo che ha votato la rete”.

Mazzi aggiunge: “Già prima di arrivare alla scelta finale con Morandi, noi ci eravamo parlati con gli altri componenti della Commissione e avevamo già deciso che chi fosse stato il primo votato dalla Rete noi l’avremmo votato, proprio per rispettare il volere della gente. Quando lui legge il nome di major vicino a questi artisti è perchè a questi artisti, una volta che vengono scelti da noi, le major offrono un contratto: non è che vengono portati dalle major, questo il pubblico lo deve sapere”.

Altre storie

Potrebbe anche interessarti

Lutto per Silvia Toffanin: addio all'amata mamma

Lutto per Silvia Toffanin: addio all’amata mamma

0
Lutto per Silvia Toffanin. È morta oggi la madre, Gemma Parison, della conduttrice di Verissimo. A riportare la notizia è l'Ansa e pare che...
"Boss in Incognito", buona la prima: ci fa emozionare con Crik Crok

“Boss in Incognito”, buona la prima: ci fa emozionare con Crik...

0
La Crik Crok, che secondo noi produce snack salati e le patatine fritte più fresche sul mercato italiano, è anche una meravigliosa azienda diretta...

Ultimi articoli