Piermario Morosini: lunedì l’autopsia

All’obitorio dell’ospedale di Pescara, arrivano amici e colleghi del giovane centrocampista del Livorno Morosini. Giunta anche la giovane fidanzata Anna, che ha spiegato a tutti che l’autopsia sul corpo del giovane calciatore, crollato a terra durante Pescara-Livorno, sarà effettuata domani, prima di lasciarsi andare ad un pianto a dirotto.

Piermario Morosini era nato a Bergamo nel 1986, un’infanzia sfortunata la sua: rimasto orfano giovanissimo, perde poi anche il fratello, rimanendo solo con la sorella disabile. Ha mosso i primi passi nella squadra della sua città, per poi arrivare ad Udine dove esordisce in serie A, il 23 ottobre contro l’Inter. Gira poi diverse piazze prima di stabilirsi da questo gennaio a Livorno. Tante le presenze nelle nazionali giovanili, dall’ under 17 sino all’under 21, con cui disputa anche la sfortunata semifinale dell’ europeo 2009, persa contro la Germania.

Intanto in un’intervista su Sky Tg 24 ha parlato il cardiologo sportivo Bruno Carù, che conferma quanto emerso già ieri, circa la tempestività dei soccorsi: “La situazione non era recuperabile nonostante gli immediati soccorsi e la dotazione di appropriate apparecchiature in campo. I possibili tentativi di rianimazione sono stati tutti operati”. Anche il ritardo dell’ingresso dell’ ambulanza, causato dall’auto della Polizia municipale, non sembra abbia compromesso le operazioni per salvare il giovane.